STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

100 anni di Bauhaus. Mostre, festival e archi-tour ricordano la più famosa scuola del Moderno

Bau-Haus: la casa del costruire, nella quale si forma il neuer Mensch, il cittadino dell’età moderna. Sono passati cent’anni esatti da quando Walter Gropius fondò nel 1919 a Weimar lo Staatliches Bauhaus, nato dalla fusione delle due scuole di Arte ed Arti Applicate del granducato sassone.

Nelle aule di Weimar e successivamente di Dessau e Berlino, passarono gli esponenti delle più importanti avanguardie dei primi del Novecento, tra cui Walter GropiusMies van der Rohe, Paul KleeWassily Kandinsky, Marcel Breuer, Anni Albers, Oskar SchlemmerLászló Moholy-Nagy, Theo van Doesburg. Con un approccio multidisciplinare che contemplava tutte le tendenze della moderna ricerca artistica, dalla pittura alla scultura, dalla grafica all’architettura, dall’urbanistica fino al teatro e al disegno industriale, il Bauhaus rappresentò il momento più alto raggiunto dal Razionalismo tedesco e punto di partenza del Movimento Moderno, la più grande fase di rinnovamento dell’architettura moderna che vide protagonisti Alvar Aalto, Frank Lloyd Wright e Le Corbusier e influenzò l’architettura a livello internazionale.

Bau-Haus: la casa del costruire, nella quale si forma il neuer Mensch, il cittadino dell’età moderna.

Nel 2019 la Germania si appresta a celebrare il centenario del Bauhaus con un intenso calendario di mostre ed eventi sparsi sia su territorio tedesco che estero. Oltre 500 eventi coinvolgono 11 differenti nazioni: mostre, festival, archi-tour, dibattiti, conferenze, letture ricordano e festeggiano la più famosa scuola del Moderno e le sue eredità. Vi proponiamo una selezione di 10 eventi da non perdere.

 

 

OPENING FESTIVAL | BERLINO
Dal 16 al 24 gennaio si è svolto a Berlino il festival di apertura di 100 years of Bauhaus. L’evento ha coinvolto i visitatori in un viaggio creativo e sperimentale attorno al leggendario palcoscenico del Bauhaus, accompagnato da una settimana di performance di artisti internazionali della danza, del teatro e della musica.

 

ANNI ALBERS | LONDRA
Si è da poco concluso alla Tate Modern di Londra la prima grande retrospettiva britannica sul lavoro della textile designer tedesca Anni Albers (1899-1994), prima allieva e poi insegnante alla Bauhaus. In mostra oltre 350 pezzi, che mettono in luce gli aspetti salienti del lavoro della designer: l’intersezione tra arte e artigianato, tessitura a mano e meccanica, antico e moderno.

 

PIONEERS OF A NEW WORLD | ROTTERDAM
In corso fino al 26 maggio al Museum Boijmans Van Beuningen di l’esposizione Netherlands-Bauhaus: Pioneers of a New World, un’ampia retrospettiva che include oltre 60 artisti, designer, architetti. In mostra quasi ottocento oggetti e opere, molti dei quali esposti per la prima volta, che mettono in luce il ruolo di Rotterdam come polo del Modernismo in Europa nel periodo tra le due Guerre.

 

BAUHAUS IMAGINISTA | SAN PAOLO – BERLINO – RABAT – HANGZHOU – NEW YORK – TOKYO/KYOTO – MOSCA – LAGOS – NUOVA DEHLI
Dal 15 marzo fino alla fine dell’anno verrà organizzata Bauhaus Imaginista, una serie di esposizioni dislocate in 9 città del mondo: Rabat, Hangzhou, New York, Tokyo/Kyoto, Mosca, San Paolo, Lagos, Nuova Dehli e Berlino. Il tema è l’eredità del Bauhaus in un contesto mutevole di geopolitica mondiale.

 

NUOVO MUSEO DEL BAUHAUS | WEIMAR
Il 6 aprile fissa l’appuntamento dell’apertura del nuovo museo del Bauhaus a Weimar, una struttura concepita come un cubo monolitico appoggiato su una base di cemento con una facciata di vetro opaco e una griglia di luci LED che di notte si accenderanno accentuando la geometria dell’edificio. Il via con la mostra Das Bauhaus kommt aus Weimar.

 

WHERE IS THE TYPOGRAPHIC DEVELOPMENT GOING? | BERLINO 
Dal 30 agosto al 15 settembre la Kunstbibliothek di Berlino riallestisce la mostra storica Where is the typographic development going? dell’artista ungherese Laszlo Moholy-Nagy (1895-1946). I 78 pannelli che illustravano il futuro della della tipografia stampata, poi consegnati alla Biblioteca d’Arte come dono, rappresentarono una delle fasi più innovative della carriera di Moholy-Nagy tra il suo periodo al Bauhaus di Dessau e il Nuovo Bauhaus di Chicago.

 

BAUHAUS ORIGINAL | BERLINO
14 oggetti emblematici raccontano 14 case histories, una per ogni anno del Bauhaus. Saranno in scena alla Berlinische Galerie per la mostra Bauhaus Original dal 6 settembre al 27 gennaio 2020. Oltre alle lampade Wagenfeld, le sedie Breuer o il servizio da tè di Marianne Brandt, l’esposizione farà conoscere anche i pezzi meno noti, provenienti da collezioni internazionali.

 

NUOVO MUSEO DEL BAUHAUS | DESSAU
L’apertura del Museo Bauhaus di Dessau l’8 settembre 2019 sarà uno dei momenti salienti del centenario. Progettato dagli architetti spagnoli Addenda, il nuovo spazio sorgerà nei pressi della storica scuola del Bauhaus per ospitare nella sua completezza la collezione permanente della Fondazione Bauhaus Dessau. La mostra inaugurale è Versuchsstätte Bauhaus. Die Sammlung.

 

TRIENNALE DER MODERNE | WEIMAR, DESSAU, BERLINO
Dal 16 settembre al 13 ottobre 2019 si svolgerà, partendo dai siti UNESCO di BerlinoWeimar e Dessau, la Triennale der Moderne, un festival itinerante di tre settimane che promuoverà il patrimonio mondiale dell’architettura Moderna in Germania.

 

GRAND TOUR OF MODERNITY | GERMANIA
Da nord a sud, da ovest a est, il Grand Tour of Modernity darà accesso a edifici importanti costruiti tra il 1900 e il 2000, in un viaggio attraverso 100 anni di storia dell’architettura. Oltre 460 località in Germania faranno parte dei 7 percorsi dell’archi-tour in occasione dell’anniversario del Bauhaus.

 

Elisa Viglianese