STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

BIENNALE2018 | Eventi collaterali e meetings

Per questa edizione della Biennale di Architettura sono previsti 12 selezionati Eventi Collaterali, proposti da enti e istituzioni internazionali, che allestiranno le loro mostre e le loro iniziative a Venezia in concomitanza con l’evento. Questi eventi propongono un’ampia offerta di contributi e partecipazioni che arricchiscono il pluralismo di voci che caratterizzano l’evento internazionale.

 

Tra questi citiamo l’inedito progetto espositivo Borghi of Italy – NO(F)EARTHQUAKE, dedicato alla prevenzione antisismica, alla messa in sicurezza del patrimonio artistico e architettonico e alla rivitalizzazione dei luoghi simbolo dell’architettura del nostro Paese. Il concetto di Freespace è qui legato all’idea di uno spazio “free and safe”, in cui coloro che ne fruiscono e lo vivono possano sentirsi liberi.

La mostra Greenhouse Garden: Reflect, Project, Connect è allestita presso un padiglione provvisorio di legno realizzato presso la Serra dei Giardini dagli architetti di In Praise of Shadows e si articola in una serie di seminari e workshop sull’architettura, l’ambiente e sugli obiettivi globali dell’Agenda 2030. Verranno esposte una serie di installazioni spaziali di grandi proporzioni, disegni architettonici, misurazioni, notazioni e istruzioni virtuali.

RCR. Dream and Nature_Catalonia in Venice è la mostra dedicata allo studio spagnolo di architettura RCR Arquitectes, vincitore del Premio Pritzker nel 2017. Lo studio porta avanti da più di trenta anni una ricerca che indaga il rapporto tra l’essere umano, l’architettura e l’ambiente naturale all’interno di una società in cui il rischio di perdere tradizioni culturali secolari è una costante. Il percorso espositivo presenta i progetti più noti dello studio e racconta il tentativo di far coesistere radici culturali ed influenze internazionali.

In campo Sant’Agnese presso Palazzo Trevisan degli Ulivi sarà presentato Salon Suisse 2018: En marge de l’architecture un programma di conferenze con filosofi, antropologi, scrittori, musicisti, artisti e ricercatori sociali, in modo tale da indagare l’importanza che l’architettura ha oggi a livello culturale e sociale grazie ad un dialogo eterogeneo e multiculturale.

Direttamente dalla Scozia il progetto The Happenstance, organizzato nel giardino di Palazzo Zenobio. La mostra nasce da un’analisi su come i giovani percepiscono gli spazi pubblici nelle loro città e non si limita all’esposizione ma supporta il suo messaggio tramite un ciclo di dibattiti, incontri e proiezioni di film e documentari.

Come ultimo evento citiamo Unintended Architecture presso il Macao Museum of Art. Anche quest’ano presenta un progetto dinamico che indaga il tema principale della Biennale applicato al territorio cinese. La mostra indaga il rapporto che si instaura tra le persone e lo spazio pubblico e a tal fine vengono utilizzate le carte da gioco, che simboleggiano il continuo mutare di equilibri. Manipolando le carte da gioco secondo svariate forme e combinazioni, l’Unintended Architecture assume tipologie architettoniche diverse sia astratte che concrete.

 

La Biennale Architettura 2018 sarà accompagnata per tutto il periodo di apertura da un programma di conversazioni: i Meetings on Architecture, a cura di Farrell e McNamara, costituiscono l’opportunità di discutere le diverse interpretazioni del Manifesto FREESPACE e di ascoltare dal vivo le voci dei protagonisti della Mostra.

 

Elisa Viglianese