STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

Alpha Chair, la bellezza della semplicità

A noi di Livingroome piace segnalare realtà nuove, emergenti, che hanno qualcosa di diverso da dire rispetto agli altri. Ci piace curiosare nei laboratori artigianali dove si fa ricerca, dove si discute in team, si progetta, si realizza, si ridiscute, si disfa tutto per riprogettare nuovamente. L’Italia è ricca di queste realtà, linfa vitale che prende le distanze dalla standardizzazione.
Oggi parliamo di Rota-lab, un laboratorio di arti applicate nato a Roma nel 2006 dalla passione dei suoi fondatori per le tecniche manuali. Nel curriculum di Tommaso Garavini e Giorgio Mazzone non ci sono blasonati Istituti e Politecnici: scenografo, pittore e musicista il primo, fotografo, falegname e insegnante di cartotecnica il secondo, hanno unito le loro diverse competenze per dare vita ad un laboratorio dove il concetto di artigianalità è un must.

Il loro ultimo progetto è Alpha Chair, una sedia che ci ha fatto fare un tuffo nel passato, riportandoci a quando eravamo bambini e all’asilo ci siedevamo su quelle minuscole seggiole colorate di legno: un effetto petite-madeleine dolce e prepotente al contempo.
Alpha Chair è proprio così, una sedia con struttura in ferro dotata di una seduta in legno massello di rovere e uno schienale di pelle che rompe il tradizionale utilizzo del legno. Ogni pezzo viene fatto rigorosamente a mano a seconda dei gusti ed esigenze del cliente che può scegliere essenze di legno e colorazioni di pelle diversi.
La scelta di questi materiali non è nuova a Rota-lab che, accanto al lavoro su commissione, produce pezzi unici o piccole serie di mobili e complementi d’arredo facendo ampio uso proprio di legno e ferro.

«L’artigianato – sostengono i fondatori – è per noi non solo un patrimonio culturale da recuperare e mantenere vivo ma anche una grande possibilità di creatività e libertà: quella di partecipare a progetti molto diversi tra loro, collaborare con altri artigiani e artisti e, nei lavori su commissione, di poter venire incontro alle necessità funzionali del cliente, seguendo di volta in volta ispirazioni sempre diverse in sinergia con la committenza».

Il team lavora principalmente su commissione, per abitazioni private, spazi commerciali, installazioni. Tra i lavori realizzati, gli arredi della galleria d’arte romana Mondo Pop, gli interni di una barca privata a Sharm-el-Sheik, la realizzazione di un’armatura magnetica per una performance al Watermill Center di New York e l’allestimento dello spazio NewBeats di Pitti Uomo a Firenze.

Se volete rivivere come noi un personalissimo viaggio di Proust, non vi resta che andare da Materia in Corso Vittorio Emanuele a Roma, dove a breve troverà posto anche la loro nuova Alpha-Chair.

 

Francesca Castenetto