STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

Cucine su misura | In the mirror with Edi Snaidero

Fondata alla fine degli anni 40 a Majano (UD) come azienda artigiana, oggi Snaidero è il primo produttore italiano – quinto in Europa – nel settore di arredo cucina. Attiva sul piano internazionale, l’azienda festeggia oltre 70 anni nel mondo del design, tenendo alti i valori che da sempre la contraddistinguono: qualità, sostenibilità, diversità e innovazione.
Quest’anno Snaidero si colloca al primo posto nella classifica per la customer satisfation, con un punteggio di 79,9. Un risultato importantissimo che testimonia la grande attenzione che il brand ha nei confronti del cliente.

Altro avvenimento importante del 2018 è la partecipazione dell’azienda a Eurocucina2018, la quale prende parte alla Design Week con 5 progetti: Vision, Hera, Link, Frame e Way Materia, rispettivamente firmati da Pininfarina, Marcon, Andreucci & Hoisl e Iosa Ghini. Efficienza ed evocazione solo le parole chiave su cui si sono espresse oltre 117 aziende. La cucina non è più solo un’area funzionale ma si riafferma quale centro domestico per eccellenza, luogo di relazioni e socializzazione. Questo rinnovato focolaio domestico sarà un luogo interconnesso, multifunzionale, professionale ma pur sempre emozionale.

Proponiamo prodotti unici, trasversali e distintivi del talento creativo italiano che, combinato con la nostra esperienza e la nostra capacità produttiva, vogliono affermare il nostro carattere che ci porta da oltre 70 anni a sperimentare, innovare a tutto campo e proporre prodotti iconici

 

Snaidero celebra oltre 70 anni nel mondo del design. Quali sono state le tappe fondamentali dell’evoluzione e dell’affermazione del brand?
Da oltre 70 anni produciamo cucine su misura. Una grande esperienza, la nostra, che deriva da una lunga storia, fatta di tradizione ed innovazione. La cura artigianale e la ricerca tecnologica, infatti, costituiscono la concreta garanzia di qualità e di durata nel tempo da sempre distintiva delle nostre cucine.
La nostra storia comincia nel 1946 quando il Cavaliere Rino Snaidero inaugura il suo primo laboratorio per la produzione di mobili. Fin dagli inizi siamo stati protagonisti di importanti collaborazioni con alcuni dei nomi più stimati nel mondo del design, come l’architetto Forchiassin, Angelo Mangiarotti, Giovanni Offredi e Gae Aulenti. Ancora oggi continua questa collaborazione con i migliori nomi della progettualità italiana, quali il Gruppo Pininfarina, gli architetti Lucci e Orlandini, lo studio Iosa Ghini, Michele Marcon e Andreucci&Hoisl. Tutte queste collaborazioni ci hanno permesso di essere esposti al Moma Art di New York con il modello Spazio Vivo e di vincere, negli anni, 33 premi internazionali, tra i quali 14 volte il prestigioso premio del Good Design Award del Museum of Modern Art di Chicago.
Gli sviluppi più recenti della strategia aziendale sono stati guidati dalla volontà di focalizzare il posizionamento del marchio sui valori legati al design thinking, qualità tangibile e forte progettualità industriale, intervenendo radicalmente sui processi di sviluppo prodotto, progettazione, produzione, vendita, comunicazione e sull’approccio al mercato.

 

Nel 2018 l’Azienda si colloca al primo posto nella classifica per la customer satisfation, un importante risultato che dimostra un’efficienza a 360° nel mercato. Quali sono i vostri valori e che tipo di relazione instaurate con il cliente?
Essere votati come migliore azienda nel settore “Arredo Cucine” per il servizio ai clienti è per noi una grandissima soddisfazione. Da sempre il nostro obiettivo è essere vicini ai consumatori offrendo non solo prodotti di qualità, dal design distintivo e innovativi, ma garantendo anche una “vicinanza” reale. Acquistare oggi una cucina non vuol dire scegliere solo un prodotto di design e di qualità: le aziende devono essere in grado di incorporare una strategia di attenzione al cliente che sappia instaurare un vero e proprio rapporto di fiducia. Noi riconosciamo l’importanza di realizzare questo tipo di relazione e ci attiviamo concretamente per rispondere direttamente e tempestivamente alle più particolari richieste ed esigenze.

 

Eurocucina2018 tra cultura del progetto e trasversalità. Quali sono state le collezioni presentate?
A Eurocucina abbiamo presentato cinque progetti con quattro designers diversi, tutti espressione del nostro modo di creare prodotti unici, trasversali e distintivi del talento creativo italiano che, combinato con la nostra esperienza e la nostra capacità produttiva, vogliono affermare il nostro carattere che ci porta da oltre 70 anni a sperimentare, innovare a tutto campo e proporre prodotti iconici.
Con Pininfarina abbiamo presentato Vision, un progetto ad alto impatto estetico, accompagnato da una grande ricerca sui materiali e da un ampio utilizzo della tecnologia in cucina.
Hera, chiara espressione dello stile “classico contemporaneo”, è il nuovo modello disegnato per noi da Michele Marcon e già presente in commercio, segno anche della nostra tempestività di creare nuovi modelli e della velocità di metterli subito in produzione.
Link, il progetto disegnato dagli architetti Andreucci & Hoisl, si caratterizza per la totale riprogettazione degli spazi operativi: un concept di progetto prima che di stile, basato su ergonomia e funzionalità operativa intese come sintesi di pochi dettagli perfetti, inconfondibili, tecnologici, in un perfetto equilibrio, per un vero timeless.
Eleganza e raffinatezza, calore e personalità, questi gli elementi caratterizzanti di Frame, la cucina disegnata per noi da Massimo Iosa Ghini, che è un progetto che riattualizza in chiave moderna la tendenza neo-chic, elementi che le hanno anche permesso di vincere quest’anno il Good Design Award.
Way Materia, l’ultimo progetto presentato a Eurocucina, vede nella ricerca materica il suo punto forte e una sua interpretazione elegante ed esclusiva.

 

In copertina il progetto Way Materia

 

Elisa Viglianese