STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

IDD: Italian Design Day 2018

100 città nel mondo, 100 eventi nello stesso momento, 100 ambasciatori incaricati di raccontare, in un solo giorno, il talento tutto italiano di realizzare soluzioni innovative e dall’alto contenuto estetico. L’Italian Design Day 2018, che giunge il prossimo giovedì 1 marzo alla sua seconda edizione, è una vera e propria maratona della durata di sole 24 ore su uno dei settori volano nell’economia italiana: originalità, creatività, espressione culturale, competenza artigianale, cura della bellezza e soprattutto attenzione al consumo delle risorse e all’ambiente sono i valori della nostra capacità produttiva, che i delegati dovranno trasmettere con efficacia in ogni angolo del pianeta.
Un’azione di squadra attivata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, la Triennale di Milano, ICE Agenzia, il Salone del Mobile di Milano, l’Associazione per il Disegno industriale, la Fondazione Compasso d’Oro e la Fondazione Altagamma. Sono coinvolti tutti gli attori pubblici e privati che rappresentano il design italiano di qualità, tra cui il mondo delle imprese, attraverso Confindustria, e il settore della formazione pubblica e privata per un totale di oltre cinquanta portatori di interessi, tra associazioni, federazioni, università e scuole di design.
Lo stesso giorno in 100 città nel mondo, 100 “Ambasciatori” della cultura italiana – testimonial scelti tra designer, architetti, imprenditori, critici, comunicatori, docenti – raccontano il rapporto tra design e sostenibilità. In una tavola rotonda con personaggi della formazione, dell’informazione e del commercio si affrontano le tematiche relative alla sostenibilità che si legano al mondo del progetto, alle consuetudini, ai processi produttivi. I testimonial porteranno inoltre in Italia le segnalazioni di esperienze di eccellenza del Paese visitato (artigianato, innovazioni tecnologiche, modi di costruzione, materiali), con l’obiettivo di  verificare eventuali contaminazioni progettuali.