STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

Innovation Powerhouse | In the mirror with Atelier van Berlo

L’ex centrale elettrica della Philips a Eindhoven si trasforma nell’Innovation Powerhouse, un edificio moderno multi-tenant della GeVa, progettato da Atelier van Berlo, Eugelink Architectuur e Bever architecten per diventare un ecosistema delle industrie innovative.

Il complesso architettonico situato a Strijp-T è stato costruito nel 1953 ed è diventato nel tempo un edificio iconico e un punto di riferimento per la città. L’architettura originaria è stata magistralmente conservata, rivoluzionandone la funzione: da complesso industriale puro in un ambiente di lavoro confortevole e traspirante, fresco e giovane. L’Innovation Powerhouse è un centro di creatività in cui diverse aziende si incontrano, si confrontano e stimolano l’innovazione.

 

 

Per creare questo centro vibrante gli architetti hanno creato un taglio netto nell’edificio, una linea retta attraverso il cuore che abbraccia tra l’altro la spina dorsale centrale originale, un grattacielo largo 5 metri rimasto incompleto. Il tetto è aperto da un lucernario che si estende per tutta la lunghezza, portando luce nel centro altrimenti buio dell’edificio e rivelando la grandezza della vecchia struttura in cemento. Inoltre al progetto originario aggiungono un giardino verticale in acciaio e un’estensione in vetro sul retro dell’edificio, conferendo all’edificio l’aspetto simmetrico originariamente inteso. L’aspetto aperto, trasparente e verde suggerisce una nuova produzione sostenibile di energia verde.

Atelier van Berlo è uno studio di Rotterdam che progetta spazi ed edifici ma non solo. Lo studio focalizza il suo lavoro sulla creazione di luoghi che muovo le persone, su esperienze che vadano oltre la funzionalità, la tecnicità o l’estetica. Uno spazio che sorprende e che accoglie. Un luogo che trova la sua identità nei suoi utenti e nei suoi dintorni.

 

 

Quali sono le parole chiave che descrivono il progetto Innovation Powerhouse?
Un edificio multi-tenant iper moderno per l’industria creativa, una trasformazione audace nel rispetto della sua storia, un ecosistema, una trasformazione che incoraggia la collaborazione, l’ispirazione, la co-creazione e l’innovazione costante.

Come nasce l’esigenza di trasformare una vecchia centrale dismessa in un ambiente di lavoro innovativo?
Abbiamo avviato il progetto quando GeVa era alla ricerca di un nuovo quartier generale. Invece di un nuovo ufficio, ha immaginato uno spazio di lavoro unico che avrebbe funzionato come un ecosistema aperto focalizzato sulla collaborazione. Incorporare questa visione dell’innovazione aperta e mantenere le qualità architettoniche originali dell’edificio costituiscono i due principali punti di partenza.

Esiste un filo conduttore nella vostra filosofia che accomuna i progetti di Atelier van Berlo?
Per ogni progetto iniziamo con un foglio bianco e una grande curiosità. Analizziamo in profondità il sito, la storia, ogni significato nascosto o lo scopo del progetto. Lasciamo che il contesto ci ispiri e questo ci porta a progetti sia originali che ben integrati.

 

[Lingua originale]

What are the keywords that describe the Innovation Powerhouse project?
A hyper modern multi-tenant building for the creative industry, a bold transformation, with respect for its history, an ecosystem, a transformation that encourages collaboration, inspiration, co-creation and constant innovation.

How was the need to transform a former disused power plant into an innovative work environment born?
Design-driven innovation agency van Berlo initiated the transformation, when they were in search for a new headquarter. Instead of just their own new office, they envisioned an unique working space that would operate as an open ecosystem focused on collaboration. To incorporate this vision of open innovation and to maintain the building’s original architectural qualities formed the two main points of departure.

Is there a common thread in your philosophy that unites the projects of Atelier van Berlo?
With every project, we start with a blank sheet and great curiosity. We research in depth the site, the history, any hidden meaning or the purpose of the project. We let the context inspire us, which leads to both original and well-embedded projects.

 

Credits photo by Tycho Merijn

 

Elisa Viglianese