Kafe Nordic

  • 1 new_b
  • 2 new
  • 3 new
  • 4 new
  • 5 new

Una casetta giallo limone dal tetto spiovente e dal design scandinavo: la facciata mette in risalto gli infissi bianchi di porte e finestre, creando un piacevole mix con il tenue giallo, mentre l’interno minimal è un’esplosione di colori.
Il tutto è “inserito” – nel vero senso del termine – in una casa di mattoni rossi, in un quartiere residenziale di Soeul, nella Corea del Sud. Un paradosso, una sorpresa, uno scorcio sul Nord Europa. Un connubio tra due continenti, si, ma soprattutto l’accostamento e l’unione di due contesti, due culture, due storie.
Questa casetta giallo limone è il progetto di un locale di ristorazione, realizzato dalla Nordic Bros. Design Community (NBDC), che prende il nome di “Kafe Nordic”. Anche nel nome stesso c’è la volontà di accostare più significati: “Kafe” rende l’atmosfera intima e informale e, essendo scritto in svedese, sottolinea il ruolo protagonista dell’architettura nordica; “Nordic” è un ulteriore rafforzativo che eleva il locale sul contesto e, allo stesso tempo, crea un collegamento diretto con la Nordic Bros. Design Community.

Un paradosso, una sorpresa, uno scorcio sul Nord Europa

Il Kafe Nordic occupa un’area di 40 m2 e si sviluppa su due piani, di cui uno interrato. L’interno è un mix di colori che vede prevalere il bianco, a cui si alternano elementi neri, che si intersecano in una fitta rete geometrica sulle piastrelle che rivestono il pavimento. In questo equilibrio tra bianco e nero, esplodono le tinte pastello dell’arredamento, nel quale l’accostamento di forme, colori e dimensioni diverse rende l’ambiente piacevolmente caotico. Noti brand, quali Emeco, Flototto, Hay e Ton personalizzano l’arredamento e lo valorizzano con la loro esperienza, mentre il loro connubio lo rende unico. Il legno – identità del design scandinavo – è il vero protagonista nel Kafe Nordic. Dal pavimento in parquet all’interior design, il suo colore, il suo odore, le sue trame naturali regalano all’ambiente la giusta atmosfera, in grado di abbandonare un panorama di mattoncini rossi per vivere qualche minuto un’illusione nord europea.

 

Elisa Viglianese

facebooktwitter