STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

L’architettura come arte dell’abitare

Parafrasando l’architetto Ettore Sottsass, mi piace pensare che l’architettura sia l’unica arte che si possa abitare, l’unica arte che è allo stesso momento un’esperienza fisica, visiva e tattile, funzionale all’esperienza umana, formativa alla psiche e al corpo.
Un’arte fatta da uomini e per gli uomini, non più solo per gli dèi, che serva a collocare le persone nello spazio reale ma che sia spazio anche mentale e che abbia la funzione di far nascere e alimentare nell’interiorità umana una piena coscienza di sé.
Con le mie fotografie cerco di comunicare tutto questo: l’inquadratura, la luce, la ricerca dei dettagli mi servono a proiettare il guardante dentro quella realtà, nella speranza che attraverso il mio sguardo possa trascendere l’adesso e possa ricomporre nella propria mente la sensazione di collocazione spaziale che ho provato e la sensazione fisica dei materiali e dei volumi.

 

Ph: Planetario Museo Astronomico di Roma (EUR)

 

Antonio Cama, dopo il diploma in pittura presso l’Accademia di Belle Arti, consegue quello in Fotografia presso lo IED di Roma, dove impara quanto più possibile sulla tecnica fotografica. Nel 2006 inizia il suo percorso da fotografo freelance realizzando alcune grosse campagne pubblicitarie, moltissimi cataloghi e diversi calendari. Attualmente collabora con diversi studi d’architettura, alcune delle più importanti agenzie di comunicazione della capitale, ed è docente di tecniche fotografiche e fotografia d’architettura allo IED di Roma, città in cui vive.
antoniocama.com