STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

Living Kitchen 2019 | In the mirror with Adriano Design

In occasione di Living Kitchen 2019 – 14-20 gennaio, Cologne – Adriano Design presenta la nuova collezione di prodotti per FABITA. Fondato nel 1997 dai fratelli Davide e Gabriele Adriano Adriano, lo studio abbraccia una filosofia al progetto multidisciplinare, globale e sostenibile, che lo porta a collaborare con importanti realtà nazionali ed internazionali come Olivetti, Merlo, Astoria, Foppapedretti, Scavolini, OGTM, Centro Ricerche FIAT, Bemis e Melitta.

 

 

Parlateci della nuova collezione progettata per FABITA che verrà presentata al Living Kitchen 2019.
Fabita è una giovane azienda italiana che è cresciuta molto bene nei suoi primi anni di vita e che oggi ha deciso di trasformarsi e puntare a diventare un leader di mercato e per questo ha incaricato Adriano Design di un’ artdirection generale. Abbiamo progettato una serie di nuovi prodotti molto innovativi e lavorato insieme all’azienda a una nuova immagine ed una strategia per portare in breve tempo Fabita ad essere un leader riconosciuto ed indiscusso del settore. La prima collezione, che presenteremo a Living Kitchen 2019, propone cappe aspiranti e piani cottura ad induzione con soluzioni assolutamente inedite per il settore.

 

Cucinotta, Ordine, Battista e gli altri progetti presentati rispondono alle esigenze contemporanee attraverso un nuovo concetto di cucina. Quali sono gli elementi progettuali e creativi che li caratterizzano?
Cucinotta, Ordine e gli altri prodotti della nuova collezione propongono soluzioni inedite per le nuove esigenze abitative contemporanee e i mutati costumi della vita. Cucinotta è una mini cucina che integra in maniera inconsueta tutti gli elementi con forme e funzioni che permettono un suo uso poliedrico sia all’interno dell’abitazione che di uffici o spazi lavorativi. Anche Ordine, in maniera differente, propone un nuovo modo di vedere e di usare la cucina, un sistema di piastre ad induzione di libero posizionamento sul piano che possono essere riposte appendendole a muro o riponendole in un cassetto o aggiunte in numero a seconda delle esigenze. Battista è un parallelepipedo su ruote che integra in un unico compatto volume mobile tutto ciò che serve per cucinare con la possibilità di trasportarlo facilmente e velocemente ovunque dentro e fuori dall’abitazione visto che può essere alimentato sia da un cavo elettrico riavvolgibile che da una batteria integrata. Poi c’è Enigma, una mensola sottilissima che come per magia aspira e filtra i cattivi odori e il trucco è nascosto dentro un vaso in ceramica appoggiato al di sopra della mensola che nasconde al suo interno motore e filtri della cappa.

 

Quali sono state le tappe fondamentali dello studio Adriano Design?
Adriano Design ha sempre cercato nell’innovazione la sua linea guida, ha cambiato il modo di vedere e percepire di molti prodotti consolidati e ritenuti immutabili. Abbiamo reinventato la ruota con la collezione Rotola per Ogtm, il Calciobalilla con Teckell, la conservazione sottovuoto con Takaje, il biliardo e il ping pong con Filotto e Lungolinea di Impatia, la cyclette con Fuoripista di Elite, la macchina del caffè professionale con Storm di Astoria, il trattore agricolo con Multifarmer di Merlo, il rubinetto con Dueacca, la stufa con Stack Stoves solo per citare alcuni esempi ma l’elenco è molto lungo e vario. Ogni prodotto per noi è una tappa, un nuovo punto di partenza per una nuova sfida, meglio se in un settore su cui non abbiamo ancora lavorato.

 

La vostra esperienza vi porta verso la ricerca multidisciplinare e l’insegnamento universitario, nazionale ed internazionale. Come evolvono architettura e design e in che direzione devono guardare i progettisti?
Architetti e designer hanno una grande responsabilità sociale, progettano opere che influenzano fortemente l’ambiente e la vita dell’uomo, opere dal forte impatto sociale. Sono mestieri difficili da interpretare ed ancora più difficili da professare, sono in continua mutazione con l’evoluzione tecnologica e sociale del mondo ma sono mestieri bellissimi, progettare il futuro è una grande opportunità riservata a pochi. Questo è quello che noi cerchiamo di raccontare nelle università agli studenti.

 

Elisa Viglianese