STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

#MDW2018 | il Salone e le Biennali

 

Il design è più che una semplice disciplina, è consapevolezza del presente, pur mantenendo uno sguardo al futuro. Significa saper interpretare il mondo e i cambiamenti che lo attraversano. Tutti questi valori trovano perfetta forma nella Milano Design Week, un evento nato spontaneamente nei primi anni Ottanta, grazie al contributo delle aziende del settore del design industriale e dell’arredamento. L’evento, oggi come agli inizi del suo percorso, si concentra nel mese di aprile, dislocandosi nei vari show-room delle aziende sparse in tutta Milano. Con il passare del tempo, sono tuttavia nati alcuni quartieri – da Brera a Tortona – che hanno assunto un ruolo da protagonista, veri e propri punti nevralgici – spesso ex aree industriali dismesse – che le aziende hanno preso in gestione al fine di creare non solo esposizioni di prodotti, ma anche performance di vario genere.

Una vetrina d’eccellenza per il settore dell’arredamento

Il focus che caratterizza la Milano Design Week è senza dubbio il Salone Internazionale del Mobile, un’esposizione che si fonde con estrema plasticità con la capitale lombarda e che rappresenta una vetrina d’eccellenza per il settore dell’arredamento. Raccoglie al suo interno una vasta gamma di eventi, come le biennali Eurocucina e Salone Internazionale del Bagno, che si svolgono durante gli anni pari ed Euroluce e Workplace 3.0, visitabili invece negli anni dispari. Quest’esposizione vuole riassumere i suoi punti di forza in connessione con la città e consegnare alla comunità del design spunti progettuali per il prossimo futuro. Non parliamo soltanto di una fiera, ma di un sistema di connessioni, creatività e innovazione. Trecentomila persone confluiscono a Milano per prendervi parte: da imprenditori a giornalisti, passando per intellettuali e collezionisti.

Il Salone del Mobile spiega il sindaco di Milano Giuseppe Sala – è un marchio distintivo di Milano. Molto più di una semplice esposizione di arredamento, il Salone è un evento internazionale, laboratorio di sperimentazione e ricerca, luogo di incontro e vetrina di nuovi business”.

Nell’edizione di quest’anno, notevole spazio sarà dedicato alla progettualità green degli spazi domestici interni. L’evento avrà luogo dal 17 al 22 aprile 2018, nel polo espositivo di Rho Fiera di Milano. I venti padiglioni che lo compongono – suddivisi secondo le tipologie stilistiche Classico: Tradizione nel FuturoDesign xLux saranno aperti a tutto il pubblico durante il weekend.
In contemporanea al Salone si svolgeranno anche il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo e le Biennali Eurocucina e Salone Internazionle del bagno, assieme al Salone Satellite. Quest’ultimo sarà l’evento dedicato ai giovani designer under 35, con l’obiettivo di seguirne e valorizzarne le idee. Il tema assegnato per questa edizione è “Africa / America Latina: Rising Design – Design Emergente”.

Eurocucina 2018 si svolgerà parallelamente con FTK (technology for the kitchen) e presenterà tutte le nuove soluzioni di smart kitchen verso spazi domestici più funzionali.
I padiglioni 22-24 ospiteranno la sezione dedicata all’ambiente bagno, mostrando come trasformare un luogo puramente funzionale in una “confort zone”, senza tralasciare le tematiche del risparmio idrico e delle nuove tecnologie antibatteriche.

Con la 57esima edizione del Salone verrà allestita – in piazza del Duomo – anche la mostra-installazione Living Nature. Ideata dallo studio Carlo Ratti e Associati, sarà volta ad indagare il rapporto fra la natura e l’abitare, offrendo spunti per una progettualità sostenibile. I visitatori potranno immergersi in questa esperienza, esplorando le 4 aree create per l’occasione: Inverno, Primavera, Estate e Autunno, dei veri e propri microcosmi naturali e climatici.
A completare l’evento, con un ampia scelta dedicata ai sistemi di arredo, oggettistica ed elementi di decoro, troviamo più di duecento espositori che fanno parte del Salone Internazionale dei Complementi d’Arredo.

 

L’obiettivo del Salone 2018 è quello di guardare al futuro, facendosi portavoce di nuovi modi di pensare e di fare progetto. L’idea è quella di portare un design nuovo che vada oltre le cose e inizi a guardare alle persone e ai bisogni di un mondo che sta mutando sempre più rapidamente. “Oggi – afferma Claudio Luti, presidente del Salone – dobbiamo puntare sull’innovazione e sulla qualità sostenibile, sulla capacità di fare sistema e cultura, sulla volontà di condividere informazioni e valorizzare le nuove generazioni”.

 

Photo credit by Andrea Mariani, Alessandra Russotti, Diego Ravier, Luca Fiammenghi, Saverio Lombardi

 

Chiara Grossi