STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

Patricia Urquiola disegna la nuova stufa ecologica per MCZ

Arriva dal Friuli Venezia Giulia un progetto inedito, nato dalla collaborazione tra il marchio MCZ, leader nel settore del riscaldamento, e l’architetto di interni spagnola Patricia Urquiola. Stiamo parlando di Wall la nuova stufa in pellet economica e soprattutto ecologica.

Ciò che incuriosisce e rende unico il progetto è il nuovo approccio con cui viene realizzato, attraverso l’esperienza e la personalità di una designer che mai aveva lavorato con il fuoco. Questo porta a un risultato aperto e curioso, libero da preconcetti, tipico di chi vive un’esperienza per la prima volta, offrendo punti di vista originali e alternativi.

“I designer possono contribuire a rendere i nuovi prodotti per il riscaldamento più green: è un tema che dobbiamo affrontare come designer non solo per quanto riguarda il riscaldamento, ma anche in relazione a tutti gli oggetti che ci circondano” (Patricia Urquiola)

<<Collaborare con designer di grande esperienza nel mondo arredo – racconta Andrea Brosolo, Direttore Marketing di MCZ Group – ci ha permesso di ricollocare il fuoco al centro delle ultime tendenze dell’abitare. Sempre più i consumatori desiderano abitazioni belle da vivere in senso lato, quindi comode, attente ai consumi, sane e sostenibili. La riscoperta del fuoco domestico si colloca perfettamente in questa linea di tendenza>>.

Wall nasce quindi, secondo l’esperienza di Patricia Urquiola, come un elemento architettonico, capace di conciliarsi e dialogare con l’interno della casa in cui si inserisce. La forma è geometrica, sobria, semplice, un cilindro in cui non sono visibili le parti funzionali come le griglie o le maniglie. Il cilindro si appoggia su un basamento che può essere di vari materiali in coerenza con l’ambiente circostante o come elemento decorativo.

Questo porta a un risultato aperto e curioso, libero da preconcetti, tipico di chi vive un’esperienza per la prima volta, offrendo punti di vista originali e alternativi.

Racconta la designer: <<Sono contenta di avere progettato una stufa a pellet perché ha un’efficienza superiore al 90% e garantisce una combustione pulita con i livelli di emissione tra i più bassi nel mercato. Usare la stufa a pellet è economico ed ecologico. L’attenzione alla sostenibilità e alla ricerca sono temi che mi rappresentano. I designer possono contribuire a rendere i nuovi prodotti per il riscaldamento più green: è un tema che dobbiamo affrontare come designer non solo per quanto riguarda il riscaldamento, ma anche in relazione a tutti gli oggetti che ci circondano. Dobbiamo rivedere il modo in cui utilizziamo l’energia, che sia la produzione, il trasporto o il consumo>>.

 

Elisa Viglianese