STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

SPA & Hotel Terme Esplanade Tergesteo | In the mirror with Catellani&Smith

Incorniciate dalla bellezza naturale dei colli euganei, le Terme di Abano e Montegrotto sono considerate il più grande bacino termale d’Europa. In questo panorama di relax e cura del corpo troviamo SPA & Hotel Terme Esplanade Tergesteo, 5 stelle di riferimento nel territorio padovano per soggiorni esclusivi e percorsi benessere. Dal restyling delle camere all’introduzione di nuovi impianti attraverso un design arioso ed elegante in armonia con il luogo, l’Hotel Esplanade Tergesteo è stato recentemente impegnato nella riprogettazione delle aree lobby, reception e lounge bar. Le linee guida del progetto: materiali naturali, arredi ricercati, nuances sobrie e oggetti di design.

Il progetto di illuminazione dialoga con gli spazi in modo da offrire agli ospiti un’atmosfera calda e accogliente, un’esperienza che può essere definita “emozionale” a tutti gli effetti

Per l’illuminazione dei nuovi spazi sono state scelte le creazioni luminose di Catellani & Smith, azienda leader nel settore grazie al personale approccio al design unito alle più avanzate ricerche in campo tecnologico. Il brand è specializzato nella produzione di realizzazioni speciali per spazi privati e pubblici, tra i quali: musei, gallerie d’arte, manifestazioni ed eventi, chiese e teatri.

 

 

Il progetto si sviluppa a 360°, abbracciando tutti gli ambienti di SPA & Hotel Terme Esplanade Tergesteo, dall’area benessere alle stanze private. Quali sono i prodotti utilizzati?

Sono numerose le creazioni di Catellani & Smith selezionate per l’illuminazione degli spazi dell’Hotel Terme Esplanade Tergesteo, interessati al programma di restyling 2018. Per alcuni spazi sono state studiate delle soluzioni custom, tra le quali risaltano le sospensioni PostKrisi, installate nella lobby dell’hotel, con le tre semisfere di diversi diametri, rivestite in foglia color oro; la serie di Stchu-Moon a semi-incasso, in finitura nero/oro, che illuminando il lounge bar integra perfettamente la luce dorata delle lampade Lederam Manta CWS1 dalla struttura morbida e voluminosa, collocate alle pareti. Lo scenografico Gold Moon Chandelier sovrasta il bancone della reception con i suoi dischi dorati di diverse altezze, accogliendo gli ospiti.
Per altri spazi, dalle camere da letto alle aree dedicate ai trattamenti di benessere, sono state scelte lampade che appartengono alle diverse collezioni C&S, distinte da caratteristiche peculiari: lampade da parete Lederam W rivestite a mano in foglia color oro, PostKrisi CW70 con schermi in vetroresina, Light Stick V dotate di LED intercambiabili, le scenografiche Sorry Giotto dal design essenziale, mini-spot Lucenera per ottenere luce direzionale, sino alle rinomate Macchina della Luce, Luna Piena al prodotto-icona Fil de Fer.

 

In che modo il progetto di illuminazione interagisce con gli ambienti, creando ogni volta un vero e proprio percorso esperienziale?

Il progetto di illuminazione sviluppato dall’architetto Loris Marzari dialoga con gli spazi in modo da offrire agli ospiti della struttura un’atmosfera calda e accogliente, un’esperienza che può essere definita “emozionale” a tutti gli effetti. Non è stata infatti casuale la scelta di utilizzare lampade dorate in quasi tutti gli ambienti dell’hotel. Il calore e la preziosità dell’oro suscitano sensazioni di benessere e familiarità, in linea con l’offerta dello SPA & Hotel Terme Esplanade Tergesteo. L’illuminazione interagisce non solo con gli spazi ma direttamente con gli ospiti: numerose Lucenera posizionate a fianco dei singoli lettini e delle chaise longue dell’area dedicata ai trattamenti, regalano un fascio di luce “individuale”, ancora più intimo e personale.

 

Nata nel 1989, Catellani&Smith svolge da ormai quasi 30 anni un lavoro in continua evoluzione, a metà strada tra arte e artigianato. Quali sono state le tappe principali della vostra storia e quali i progetti diventati “icona” che più vi rappresentano?

Durante trent’anni di lavoro, ogni collezione creata da Enzo Catellani ha rappresentato una tappa significativa del suo lavoro, fondato sullo studio della luce e sviluppato nella ricerca di forme estetiche in grado di interagire con la fonte luminosa, modificando e plasmando la luce stessa. Con Turciù e Albero della Luce, Enzo Catellani dà inizio alla prima tappa della lunga storia di Catellani & Smith creando le prime lampade contenute nel catalogo “Oggetti Senza Tempo“, valorizzando in primo luogo la possibilità d’interazione con l’oggetto-soggetto lampada.
Ma il pezzo icona di Catellani & Smith è rappresentato sicuramente da Fil de Fer, elemento distintivo per la regia luminosa di importanti progetti architettonici internazionali, come ad esempio il caffè ristorante del prestigioso Victoria & Albert Museum di Londra e molti altri.
Tra le creazioni più significative, la lampada Sorry Giotto, che richiama alla memoria con ironia il celebre “Cerchio” del pittore e architetto fiorentino; la collezione Stchu Moon, nata dallo studio della rifrazione della luce su superfici irregolari; le lampade PostKrisi che creano suggestivi effetti di luce “sfrangiata” basati sull’interazione tra luce ed ombra, e la collezione Lucenera che si caratterizza per la capacità di proiettare fasci di luce concentrata e di sottolineare i dettagli dello spazio in cui sono collocate. Fondamentale, infine, l’uso della finitura dorata che ammorbidisce la luce e si ritrova in numerose lampade che distinguono il marchio Catellani & Smith: Macchina della Luce, Full Moon, Luce d’Oro.

 

Credits Obiettivostupire.it

 

Elisa Viglianese