STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

Architetti Roma | Lo spazio

 

Livingroome rinnova il suo contatto costante e aggiornato con gli studi di architettura di Roma e raccoglie in questo Speciale le ultime novità e i temi più freschi e attuali che ricorrono nei numerosi progetti.

 

Il tema dello spazio architettonico è il vero e proprio fulcro del progetto, nel quale si sviluppa nient’altro che la vita dell’uomo. Spazio inteso come contesto, come interazione e come confronto. Spazio come rapporto tra il corpo e le cose, in cui si intrecciano attività, emozioni e pensieri.

Nel nostro percorso osserviamo il tema dello spazio dai molteplici punti di vista che offre. Troviamo lo spazio architettonico che vede il susseguirsi di vite e funzioni diverse dell’ambiente, in cui l’accento è posto sulla sua trasformazione e conservazione. Spazi open, dinamici e flessibili, come nel caso di J Apartment, in cui l’architetto interpreta al meglio le attuali e molteplici esigenze di vita. Spazi cittadini che si raccolgono spesso in piccoli ambienti multifunzionali e plurifunzionali, in cui il sapere progettuale diventa il valore stesso del progetto, come in Loft Colosseum. Spazi naturali, come Podere Boschetto, in cui il contesto e il rapporto con la natura delineano le linee essenziali e l’identità del progetto.

 

J Apartment

Il progetto di Carola Vannini si inserisce nel panorama romano del recupero e della ristrutturazione di un appartamento di 120 metri quadri. J Apartment trasforma completamente l’essenza degli spazi, precedentemente angusti, dando vita ad ambienti ampli e flessibili. Elemento centrale del progetto è l’utilizzo di grandi divisori scorrevoli che rendono gli spazi dinamici e dalle molteplici prospettive.
Troviamo, in questo modo, gli ambienti collegati attraverso un open space visivo e funzionale, che possono all’occorrenza essere completamente isolati attraverso ampie pareti scorrevoli a totale scomparsa nel muro.

Altro elemento che gioca una funzione chiave è la luce, la quale entra dalle numerose finestre inondando le varie aree dell’appartamento. I toni cromatici sono basati su tinte neutre e calde che bilanciano l’essenzialità delle forme architettoniche.

Lo spazio dinamico e flessibile, unito alla progettazione di materiali e colori, rende questa residenza un ambiente adatto alle attuali e molteplici esigenze di vita.

Photo credits by Stefano Pedretti

 

Podere Boschetto

Nato dal recupero di un casale completamente abbandonato nel comune di Trequanda, in provincia di Siena, Podere Boschetto è un progetto di Alvisi Kirimoto che si inserisce in un contesto tutto naturale.

Il Podere è sviluppato su un lotto di circa 6500 metri quadri, in cui si inserisce l’ex-casale e un grande terreno con piscina. La casa è collocata su un poggio con una vista aperta a 360° tra le colline della Val d’Orcia ed è costituita da un volume principale su due piani e da elementi annessi. Il corpo principale conserva l’aspetto originario del luogo grazie al mantenimento della pietra a vista. Gli spazi sono organizzati in modo ordinato e rigoroso, scandendo i ritmi domestici e offrendo un contatto privilegiato con la natura circostante. A collegare i due livelli della casa troviamo una scala con gradini in legno, sorretti da un’esile struttura metallica. Il suo andamento libero in un ambiente a doppia altezza, il tetto a falda e la forte luce da finestre e lucernai caratterizzano lo spazio e rendono il vano della scala il vero fulcro dell’abitazione.

Gli interni mantengono e mettono in risalto alcuni elementi della tradizione locale, tra cui la travatura del tetto a vista, tinteggiata di bianco. Il parquet in legno di rovere, le pareti tinteggiate di grigio, gli infissi in legno e un arredo vivace conferiscono agli ambienti della casa un carattere contemporaneo in cui natura e tradizione si sposano con la nuova funzione dell’architettura.

 

Loft Colosseum

Il progetto nasce dall’esigenza di trasformare un ex spazio industriale in un ambiente polifunzionale, ad uso sia domestico che lavorativo, senza sconvolgere l’architettura originaria. Loft Colosseum è un progetto di Simona Pieri, titolare dello studio SPAA – Simona Peri Atelier d’Architettura, e si sviluppa pensando gli ambienti come delle “scatole bianche, inserite, ma non fuse, all’interno di un ambiente principale”.

L’intervento di ristrutturazione è caratterizzato da un design contemporaneo dalle linee essenziali, che ritroviamo nei numerosi ambienti e nella scala, e allo stesso tempo mantiene e mette in risalto gli elementi originari, anima dell’appartamento: volte e travi in ferro. Il progetto illuminotecnico, curato da Viabizzuno, esalta e sottolinea le forme degli spazi e il colore bianco ottico delle pareti si decina in un variegato gioco di profondità. Il bianco, protagonista rigoroso degli spazi, è messo a contrasto con il pavimento a grandi doghe rovere, con la scala essenziale e con l’arredo.

L’architetto gioca su pieni e vuoti a tutti i livelli, trasformando un vecchio spazio dismesso in un loft in cui i volumi degli ambienti sono allo stesso tempo isolati singolarmente ma connessi in un sistema globale.

Photo credits by Riccardo Budini

 

In copertina il progetto J Apartment di Carola Vannini

 

Elisa Viglianese