STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

Timberland presenta Don’t call me… Dafne

Timberland è pronta a stupire con una nuova e interessante collaborazione con l’ambasciatrice del Brera Desgin District 2018 Elena Salmistraro. Dopo il debutto della scorsa edizione con l’opera “The Flexible Living” di Matteo Cibic, Timberland è pronta a stupire ancora con una nuova e interessante collaborazione. Elena Salmistraro è la mente creativa dietro l’opera “Don’t call me… Dafne” e la nuova voce della campagna tutta al femminile ‘DON’T CALL ME’ del brand.
Un albero, la quercia, simbolo di sacralità, energia e vita ma anche simbolo, da sempre riconosciuto e ambìto da Timberland. È questo il soggetto che Elena re-interpreta in un’installazione interattiva che ha l’ambizione di sedurre e avvolgere chi interagisce con essa. L’albero, chiamato Dafne come la ninfa greca – ma mi raccomdando non chiamatelo così! – rappresenta una sorta di ‘madre natura’ che protegge e accoglie come una donna sa fare, interpretando il desiderio del brand di realizzare collezioni footwear pensate per le donne. Così il mondo femminile di Timberland che vuole sfuggire ad ogni schema e facile definizione, si materializza in un tronco dalla sinuosa silhouette femminile che riprende i colori tenui della nuova collezione, dai cui rami imponenti e delicati scendono 4 grandi sedute a forma di ghianda, pronte ad avvolgere, ospitare e proteggere i visitatori della Disign Week, cullandoli dolcemente in un effetto cocoon.