STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

Trieste Airport tra design e comunicazione

Dopo 13 anni di lavori è stata aperta la nuova piattaforma intermodale di Trieste Airport. Il progetto comprende un’aerostazione completamente rinnovata, una fermata ferroviaria, un’autostazione per bus e pullman e un parcheggio multipiano, tutto curato anche sotto l’aspetto della viabilità interna e del collegamento pedonale.
Un progetto a 360° quello della riqualificazione dell’aeroporto di Trieste. Attraverso un percorso comprendente la struttura architettonica, gli interni e l’intero sistema di comunicazione visiva coordinata, il terminal si trasforma in una struttura moderna e di immagine.

 

Il progetto è stato realizzato da Lombardini22, con la forte collaborazione di FUD, il brand di Lombardini22 dedicato al Physical Branding e al Communication Design. Gruppo leader nello scenario italiano dell’architettura e dell’ingegneria, Lombardini22 è oggi un laboratorio dinamico e creativo che opera a livello internazionale attraverso 5 brand: L22, DEGW, CAP DC, Eclettico e FUD. Quest’ultimo progetta sistemi di comunicazione integrata seguendo tutte le fasi del workflow progettuale.

 

 

Il progetto si sviluppa a partire dall’analisi dell’identità del contesto in cui si inserisce: un ambiente aperto, scandito dall’alternanza geometrica dei terreni agricoli circostanti. Facendo propria l’identità dell’ambiente, forme e colori si inseriscono alla perfezione, andando a definire un ritmo di pieni e vuoti, di cielo e terra, che caratterizza la nuova immagine dell’aeroporto e dei suoi ambienti interni. Le scale cromatiche del blu, del celeste e dell’azzurro e materiali come l’acciaio e il vetro costituiscono la struttura e ne definiscono un’immagine precisa.
Sono stati inaugurati recentemente il nuovo ingresso, le aree interne di imbarco, attesa e ristorazione e la passerella pedonale. Quest’ultima si sviluppa dall’aerostazione lungo tutta l’area del polo intermodale ed è stata concepita a partire da un elemento modulare che riprende l’icona simbolo del Trieste Airport. La sua manipolazione ed estrusione crea un modulo che ne diventa il nuovo elemento compositivo, contribuendo alla dinamicità della facciata.

Degno di nota il progetto del sistema di comunicazione visiva. Il progetto di FUD – che comprende naming, payoff, logo, segnaletica e scelta della palette cromatica – orienta e informa attraverso una comunicazione semplice, efficace e intuitiva, oltre che piacevole e contemporanea.

 

Possiamo concludere dicendo che, grazie al progetto Lombardini22/FUD, la nuova piattaforma diventa un aeroporto a misura d’uomo, in cui si armonizzano concetti e ideali come internazionalità, semplicità, velocità di connessione, innovazione e tradizione. Da qui afferma un nuovo modo di comunicare.

 

Photo credit by Dario Tettamanzi

 

Elisa Viglianese