STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

Come vi racconto il Progetto. Giorgio Tartaro

Negli anni del liceo la nostra bravissima professoressa insisteva sul concetto di “flashback” per spiegare la narrazione. Ora che il progetto è anche molto narrazione, capisco il valore di quelle ore spese a sviscerare trame, dinamiche e personaggi.
Non mi ero reso conto, allora, che il flashback potesse essere declinato sulla realtà anche soggettiva, oltre che oggettiva.
In altre parole, per descrivere il mio percorso, trovo davvero fondamentale e importante “interrompere l’ordine cronologico degli avvenimenti” per organizzare il tutto in atemporali “playlist”.

Sono un giornalista che ha da subito sterzato dalla Storia dell’Arte all’arte della produzione seriale: il design. Mi occupo di progetto alle varie scale e da tempo utilizzo il linguaggio video e l’amplificatore “social” per far viaggiare i “nostri” contenuti. Dico nostri perché se non ci fossero progetti e progettisti mi mancherebbero trame e protagonisti della narrazione.

In 25 anni di lavoro sono passato dalla macchina per scrivere e le diapositive, dagli esordi di internet e dei motori di ricerca in Italia, dalla nascita delle piattaforme social media, allo scenario attuale. Mi ci oriento in un modo del tutto istintivo e fedele al “learning by doing” – imparo nel farlo – sia per indole, pigrizia, che per trasporto. Mi ci trovo bene nell’improvvisazione preparata, credo nel dialogo (che non significa andare sempre d’accordo), ma soprattutto nella correttezza e nel riconoscere quelle che definisco “primogeniture”. Da una parte riconoscere la provenienza di una esperienza e le persone che l’anno resa possibile, dall’altra cercare di praticare il massimo equilibrio e obiettività in ogni situazione.

Flashback, equilibrismi, primogeniture… “le parole sono importanti” direbbe qualcuno. Parrebbe quasi un lavoro pericoloso. In realtà non è un lavoro, e nemmeno una professione. È il mio modo di scappare da sempre dall’alienazione, ed è bellissimo.

 

Giorgio Tartaro è giornalista. Da tempo si occupa di progetti per la comunicazione di architettura e design. Autore televisivo per RAI e Sky Leonardo/Alice/Case Desing Stili, direttore editoriale e consulente di Leonardo TV, conduce in video vari programmi di architettura e design. Direttore editoriale di Case & Stili magazine fino al 2013, ha lavorato per Modo, Domus, D La Repubblica, GQ, Casafacile e molti altri.
È condirettore del master di Interior design della Scuola Politecnica di Design e Politecnico di Milano, e docente al master sul Made in Italy di IULM. Ha firmato progetti di comunicazione per aziende del settore, ed è molto attivo sulle nuove piattaforme di comunicazione web e social network dove predilige l’immediatezza del linguaggio video.
giorgiotartaro.com