STAY TUNED

Book collection 10 anni
Begin typing your search above and press return to search. Press Esc to cancel.
  • No products in the cart.

Vita e Design. XXV Compasso d’Oro ADI

 

Il 20 giugno si è svolta a Milano l’edizione 2018 del premio più famoso del design italiano, in mostra al Castello Sforzesco fino al 26 giugno. La XXV edizione del Compasso d’Oro ADI ha premiato designer e aziende che si sono distinti nel biennio 2016-2018. Il riconoscimento prevede 16 Premi, 56 Menzioni, 10 Attestati e 3 Premi Targa Giovani, 11 Premi alla Carriera. I progetti sono stati scelti tra quelli individuati nelle due rassegne annuali ADI Design Index 2016 e 2017, 283 in totale. Centrale è la qualità del design, valore fondamentale nella filosofia ADI, per cui lavora da oltre 60 anni: ogni anno circa 150 specialisti, tra designer, ricercatori e giornalisti, selezionano e presentano al pubblico i progetti ritenuti migliori. Una giuria internazionale appositamente riunita ha compiuto tra i prodotti segnalati nell’ultimo biennio la selezione finale per il Compasso d’Oro 2018.

Design e vita quotidiana si intersecano alla ricerca di risposte che si plasmano sui differenti stili di vita degli utenti

L’edizione di quest’anno si pone le seguenti domande: “quanto design permea le nostre vite?” e “quando il design è valore realmente percepito e quando invece è semplicemente usato in maniera inconsapevole?”. Design e vita quotidiana si intersecano alla ricerca di risposte che si plasmano sui differenti stili di vita degli utenti, sempre più eterogenei.

 

Giuria XXV edizione Compasso d’Oro

 

I progetti vincitori appartengono a svariate categorie tra cui design del prodotto, exhibition design, design del libro, product system service design, car design e fashion design. Premiati il 20 giugno nel Cortile della Rocchetta, i 16 premi Compasso d’Oro 2018 vanno ai seguenti progetti:

 

ALFA ROMEO GIULIA // Automobile (Design: Centro Stile Alfa Romeo // Azienda: FCA Italy)

BOLLETTA 2.0, E-BILLING // Servizio di bollette (Design: Logotel // Azienda: Enel Energia)

CAMPUS – INCUBAZIONE E MESSA IN SCENA DI PRATICHE SOCIALI // Iniziative culturali e sociali (Design: Davide Fassi, Francesca Piredda, Pierluigi Salvadeo, Elena Perondi – Politecnico di Milano // Committente: Politecnico di Milano – Polisocial Award)

DISCOVERY SOSPENSIONE // Apparecchi di illuminazione (Design: Ernesto Gismondi // Azienda: Artemide)

ECLIPSE // Rubinetteria per il bagno (Design: Studiocharlie // Azienda: Boffi)

FONDAZIONE PRADA // Museo (Design: OMA – Office for Metropolitan Architecture  // Committente / Client: Fondazione Prada)

FOOD DESIGN IN ITALIA // Libro illustrato (Autore: Alberto Bassi // Editore: Mondadori Electa)

LEONARDIANA. UN MUSEO NUOVO // Allestimento museale (Curatore: Claudia Zevi & Partners // Supervisione scientifica: Carlo Pedretti // Ideazione: Alessandro Mazzoli e Cesare Bozzano // Cliente: Consorzio AST – Agenzia per lo Sviluppo Territoriale di Vigevano e Città di Vigevano)

MATERA CITYSCAPE – LA CITTÀ NASCOSTA | THE HIDDEN TOWN // Libro illustrato (Alberto Giordano (a cura di), Nicola Colucci (foto), Leonardo Sonnoli – Tassinari/Vetta (graphic design) // Editore: Casa Editrice Libria)

NIKOLATESLA // Elettrodomestico (Design: Fabrizio Crisà // Committente: ELICA)

ORIGAMI // Radiatore (Design: Alberto Meda // Azienda: Tubes Radiatori)

OS2 75 // Serramenti (Design: Alberto Torsello // Azienda: Secco Sistemi)

OSA // Caldaia (Design: Ilaria Jahier, Igor Zilioli, Sergio Fiorani, Gian Luca Angiolini // Azienda: Unical)

POPAPP // Gelateria compatta (Design: IFI R&D Dept. // Azienda: IFI)

SKILLMILL // Attrezzatura per lo sport (Design: Technogym Design Center // Azienda: Technogym)

VIBRAM FUROSHIKI THE WRAPPING SOLE // Calzatura (Design: Vibram // Azienda: Vibram)

 

Importanti i riconoscimenti alla carriera, andati a Giovanni Anzani, Alberto Spinelli, Aldo Spinelli (Poliform), il designer Angelo Cortesi, gli architetti e designer Donato D’Urbino e Paolo Lomazzi, Adolfo Guzzini (iGuzzini), Giovanna Mazzocchi (Editoriale Domus), Giuliano Molineri (Giugiaro Design) e la fashion designer Nanni Strada, ai quali si aggiungono i premi internazionali al car-designer Chris Bangle, Zeev Aram (designer e fondatore dell’omonimo brand) e al grafico Milton Glaser.

Si definisce così una panoramica aggiornata sulla creatività e sull’eccellenza produttiva italiane che rinnova una tradizione nata nel 1954, con la prima edizione del celebre premio.

 

Elisa Viglianese